Les truffes en cuisine, comment les utiliser

Per capire come trattare il tartufo in cucina, la prima cosa più importante è conoscere la differenza tra i tartufi bianchi e i tartufi neri.

Conoscere il modo di trattare questi due tipi vi consentirà di valorizzare al meglio ogni piatto a base di tartufo.

 

Tra i tartufi bianchi troviamo il tartufo Bianco d’Alba (Tuber magnatum Pico) e il tartufo bianchetto o marzuolo (Tuber borchii Vitt. o Tuber albidum Pico).

Tra i tartufi neri troviamo il tartufo Nero Pregiato (Tuber melanosporum Vitt.), l’uncinato (Tuber uncinatum Chatin) e il tartufo Nero Estivo (Tuber aestivum Vitt.).

 

Come utilizzare il tartufo in cucina?

Per esaltare i preziosi aromi dei tartufi bianchi si consiglia di utilizzarli a crudo. Quindi affettateli direttamente sul piatto ancora caldo, con l’apposita affettatartufi.

Per i tartufi neri, invece, l’emulsione con dell’ottimo olio extravergine di oliva farà sprigionare ed esprimere al meglio i loro diversi aroma.

Ovviamente non scordate mai un pizzico di sale!

Anche la scelta d’ingredienti selezionati con cura, valorizzeranno i nostri tartufi.

Inoltre creare piatti semplici ci aiuterà ad avere un risultato garantito rispettando il sapore autentico del tartufo.

 

Non vi resta che provare! Acquistate i nostri tartufi freschi (rispettando rigorosamente la stagionalità).

Con pochi e semplici ingredienti riuscirete a esaltare al meglio il vostro tartufo!